Defensa sistema inmunitario

Rafforza il tuo sistema immunitario

Viviamo circondati da virus, batteri e molti microrganismi patogeni che mettono a rischio il nostro sistema immunitario, quindi le nostre difese sono il miglior alleato per la sopravvivenza. Il sistema immunitario è una complessa rete di cellule, tessuti e organi che lavorano come una squadra per difenderci dai germi, aiutando il nostro corpo a riconoscere questi “invasori” e tenerli fuori dal nostro corpo e, se non può, a trovarli e sbarazzarsene.

Per funzionare correttamente, il tuo sistema immunitario ha bisogno di una dose giornaliera di alcune vitamine e minerali, che puoi fornire con la tua dieta. Tuttavia, molte volte i nostri stili di vita frenetici rendono difficile ottenere ciò di cui il corpo ha bisogno attraverso la sola dieta. In questi casi possiamo avvalerci di alcuni integratori vitaminici per garantire il necessario apporto di nutrienti che garantiscono il funzionamento del nostro sistema immunitario.

Un apporto combinato di vitamina C e zinco è un buon alleato per le tue difese. La vitamina C agisce su un primo livello di difese, facilitando le reazioni chimiche del sistema immunitario. La vitamina C è un antiossidante per eccellenza che svolge un ruolo fondamentale nella protezione delle cellule immunitarie dal danno ossidativo. Lo zinco agisce su un secondo livello di difesa più sofisticato, coinvolgendo cellule specifiche (cellule B e T) che riconoscono il tipo specifico di minaccia.

Nutribiolite Vitamin C + Zinc Picolinate ti aiuta a mantenere le tue difese naturali e contribuisce al normale funzionamento del tuo sistema immunitario (1).

Nel 2012, in un articolo su  The Journal of International Medical Research, ha dimostrato il vantaggio della supplementazione combinata di 1000 mg di vitamina C con l’assunzione di 10 mg di zinco elementare nel recupero di malattie virali infettive, come il comune raffreddore. Ad esempio, questa combinazione si è rivelata significativamente più efficace del placebo nel ridurre la rinorrea e alleviare altri sintomi del raffreddore in soli 5 giorni di trattamento (2).

L’importanza dello zinco

Nutribiolite Vitamina C Zinco

 

Come componente strutturale e / o funzionale di diversi metalloenzimi e metalloproteine, lo zinco partecipa a numerose funzioni del metabolismo cellulare, come nel processo fisiologico, nella funzione immunitaria, nella difesa antiossidante o nella crescita e sviluppo dei tessuti. Una delle funzioni del metabolismo cellulare che soffre maggiormente con l’assenza di zinco è la funzione immunitaria (3).

Il nostro sistema immunitario si basa su due principali gruppi di cellule che dipendono dallo zinco a più livelli: le cellule immunitarie innate e quelle adattive. Le cellule immunitarie innate mediano la parte immediata della risposta immunitaria e sono principalmente supportate da macrofagi e neutrofili, che attaccano direttamente diversi patogeni come batteri e funghi. Per completare il processo di distruzione, è necessaria la presenza di elevate quantità di zinco intracellulare nei macrofagi e nei neutrofili. L’immunità adattativa è mediata dai linfociti B e T. Attraverso la ricombinazione somatica, ogni cellula B e T di nuova formazione ha un recettore individuale con il potenziale di riconoscere e legarsi a una struttura biologica casuale, il cosiddetto antigene. Lo zinco è anche un cofattore della timulina, un ormone timico essenziale per la maturazione di questo tipo di cellule (3). Secondo gli studi dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), esiste una relazione di causa/effetto tra l’assunzione di zinco nella dieta e il normale funzionamento del sistema immunitario (5)

Nel 1993, il Comitato scientifico europeo per l’alimentazione ha stabilito le assunzioni di riferimento della popolazione per lo zinco in milligrammi (mg) al giorno (46). In queste raccomandazioni, l’assunzione giornaliera di zinco varia da 7 mg per le donne adulte (12 mg nel caso dei neonati) a 11 mg per gli uomini. Non è consigliato superare una dose giornaliera di 15 mg di zinco. Ogni compressa di Nutribiolite Vitamin C + Zinc Picolinate fornisce 50 mg di zinco picolinato, che corrisponde a un’assunzione di 10 mg di zinco elementare (100% del NRV).

 

Zinco Picolinato

 

Nel 1987, Barrie S.A. e collaboratori hanno pubblicato uno studio sulla rivista scientifica Agents Action confrontando l’assorbimento delle varie forme di zinco chelato (7). Da questo studio si è concluso che lo zinco picolinato è stato assorbito meglio dello zinco citrato o dello zinco gluconato. In effetti, lo studio ha dimostrato che c’è stato un aumento dei livelli di zinco dopo un periodo di 4 settimane di assunzione dell’integratore di zinco picolinato rispetto agli altri integratori. Le forme di cloruro di zinco e ossido di zinco, utilizzate negli integratori alimentari più economici, non sono state utilizzate in questo studio perché era noto in anticipo che hanno una biodisponibilità molto inferiore rispetto alle forme chelate di zinco.

 

Contrassegnata dalla sua grande capacità antiossidante (donatore di elettroni), la vitamina C, nota anche come acido L-ascorbico, è un antiossidante molto potente che supporta varie funzioni cellulari del sistema immunitario innato e adattativo. La funzione delle cellule del sistema immunitario, infatti, è fortemente influenzata dalla presenza di sostanze antiossidanti, che svolgono un ruolo fondamentale nel proteggerle dallo stress ossidativo (8).

La vitamina C è essenziale per il corretto funzionamento di monociti, neutrofili e linfociti (di cui sono inclusi i suoi tre sottotipi di cellule T, B e NK). Infatti, queste cellule contengono fino a 100 volte più vitamina C di quella che circola nel plasma durante gli episodi infettivi (9).

Ad esempio, i neutrofili fanno parte della risposta immunitaria innata. Quando si verifica un’infezione, queste vengono dirette alla zona interessata, seguendo la scia delle sostanze chimiche rilasciate a tale scopo (chemiotassi). All’arrivo, possono rilasciare trappole extracellulari (NET) che intrappolano i microrganismi e secernono e contengono anche varie sostanze ossidanti che aiutano a distruggerli. La vitamina C non solo migliora la chemiotassi, stimola la produzione di sostanze ossidanti e le inattiva quando vengono prodotte in quantità eccessive; controlla la formazione e l’azione dei NET per prevenire la necrosi tissutale prodotta dai neutrofili e stimola la loro apoptosi quando non sono più necessari (10, 11).

Un’altra funzione molto importante della vitamina C è il suo ruolo fondamentale nella formazione del collagene. Il collagene è una proteina molto importante e il componente più abbondante della pelle e delle ossa, coprendo il 25% della massa proteica totale nei mammiferi (12). La mancanza di vitamina C causa una malattia nota come scorbuto, descritta per la prima volta nel 500 a.C. C. di Ippocrate. Questa malattia è caratterizzata da una diminuzione della capacità del corpo di produrre collagene, che rende fragili i capillari sanguigni. Inoltre, provoca ritardi nella guarigione, sanguinamento delle gengive, perdita dei denti, anemia, sonnolenza e dolori articolari.

La vitamina C svolge anche un ruolo importante nel nostro corpo nella rigenerazione di altre importanti molecole antiossidanti, come la vitamina E (alfa-tocoferolo) (13). Attualmente, è allo studio il possibile effetto antiossidante benefico della vitamina C sulla prevenzione di alcuni tipi di cancro, malattie cardiovascolari e altre malattie in cui lo stress ossidativo gioca un ruolo importante. Oltre alle sue funzioni biosintetiche e antiossidanti, la vitamina C svolge un ruolo importante nell’assorbimento del ferro a livello intestinale (14).

Prenditi cura della tua salute y rafforza il tuo sistema immunitario

Vitamina C Zn Picolinato Nutribiolite
.